Benino

La storia di Benino, il pastore addormentato

Il presepe napoletano è ricchissimo di personaggi estremamente vari, figure maschili e femminili cariche di significato in un mescolarsi suggestivo di sacro e profano, tradizione e innovazione, alcuni con postazioni fisse e altri che possono essere posizionati sullo scenario con maggiore libertà. Tra i più caratteristici e facilmente riconoscibili, esclusi naturalmente le figure classiche della Sacra Famiglia e dei Re Magi, un ruolo di primo piano spetta sicuramente a Benino. Il giovane pastore raffigurato mentre dorme profondamente, sotto un albero o su una stuoia di paglia, con la testa poggiata su una pietra o sul proprio braccio. Ma cosa rappresenta questo personaggio così originale e singolare, unico dormiente dell'intera tradizione presepiale tramandata da secoli?  Il pastore addormentato erroneamente chiamato Benito, storpiatura del nome originale nata probabilmente durante il periodo fascista, va posizionato molto in alto, all'inizio dello...

Continue reading

Come scegliere le migliori statuine per il tuo presepe

Quando si realizza un presepe, le vere protagoniste dell'allestimento sono sicuramente le statuine, che catturano l'attenzione già al primo sguardo. Le statuine ed i personaggi sono l'elemento che identifica immediatamente anche lo stile del nostro presepe. Classico? Da Settecento napoletano? Ricco di personaggi diversi o concentrato quasi esclusivamente sulla Natalità? Le variabili e le opportunità sono davvero numerose, dai materiali alle dimensioni passando per lo stile. Tutto ovviamente dipende dal proprio gusto, ma è comunque importante riuscire a dare una certa coerenza allo stile.  Il primissimo aspetto di cui tenere debitamente conto è naturalmente lo spazio che si ha a disposizione, poiché da esso dipendono sia la grandezza dello scenario presepiale che, di conseguenza, quella dei pastori che si andranno a scegliere. Esistono scenari e statuine di svariate dimensioni, che vengono incontro a qualsiasi esigenza. Si va infatti dai...

Continue reading